04 May

> 1. CREDERCI

Il primo step per non abbandonare mai la voglia di stare bene con se stessi è crederci. Fino in fondo come se fosse un filo a cui aggrapparci. La motivazione ha due matrici: può essere intrinseca, proveniente da noi stessi e dai fattori interni, o estrinseca, radicata quindi nel giudizio altrui e nel feedback che ci viene mandato dall'esterno. Se vogliamo sentirci bene dobbiamo anzitutto credere di stare bene. Come un magico "effetto placebo", vedrete che questa medicina comincerà subito a dare i suoi benefici

>>> al mattino, prova a meditare per qualche minuto prima di alzarti dal letto e pensa a cosa ti motiva a stare bene, come risulti e come ti senti quando raggiungi il tuo equilibrio.

> 2. PUNTARE IN ALTO

Per stare bene, sia psicologicamente che fisicamente, bisogna sempre alzare un po' l'asticella dei propri obiettivi personale. Ma attenzione! Come ci insegna lo psicologo e pedagogista Lev Semënovič Vygotskij, aumentare troppo il livello potenziale da raggiungere rischia di coglierci impreparati: nel caso in cui quindi i risultati sperati non venissero raggiunti per vari motivi (per la complessità o per altri fattori esterni che hanno impedito il decorso dello sviluppo), rischieremmo di sperimentare il fallimento e la delusione, oltre che la sensazione di abbattimento di cui potremmo risentire. Puntare in alto si, ma procedere a piccoli passi. 

>>> segui il mio bullet journal e aiuta te stesso a realizzare piccoli obiettivi quotidiani per dare sempre il meglio.

> 3. APPREZZARSI 

Tutti abbiamo difetti, ma anche lati positivi. Bisogna cercarli e individuarli, ma soprattutto prendersene cura. Se non lo facciamo noi stessi, chi potrà farlo? Avere riguardo del proprio corpo o della propria intelligenza e dedicarsi a custodire le nostre qualità migliori aiuterà ad accrescerle, a darci sicurezze maggiori e a sentirci bene.

>>> nell'arco della giornata trova del tempo per elencare 3 tue qualità positive e tre cose buone che hai fatto per qualcuno. Se riesci, colleziona le tue peculiarità in un quaderno, così da poterle datare e rileggere.

> 4. ESSERE SICURI

Il mio mantra è:

"Se loro ce l'hanno fatta, perché io no?"

Questo devo ammettere, non mi da' molta sicurezza, ma mi fa sperare. Bisogna trovare il modo di convincersi di poter fare qualcosa. Spesse volte, l'ansia e la preoccupazione per ciò che si deve affrontare sono maggiori della cosa stessa. Dobbiamo eliminare il superfluo e concentrarci sulla fattibilità. Se è fattibile è perché altri lo hanno fatto. Perché io no?

>>> crea un tuo motto, un modo di dire che ti rappresenti e che ti spinga a pensare che non sei solo e che puoi fare tutto.

> 5. Niente più scuse!

Basta procrastinare. Per sentirsi bene, è fondamentale guidare noi stessi a stare bene. Corpo, mente e "cuore" devono lavorare in una sinestesia per arrivare a generare un equilibrio. Dedicarsi del tempo per porre attenzione su di noi e sulle nostre necessità diventa fondamentale.

>>> sviluppa l'abitudine di dedicare 15 minuti al giorno per fare qualcosa per te stesso prima di andare a dormire. 

Comments
* The email will not be published on the website.